European
Professional Club Rugby
EPCR
Challenge Cup
Champions Cup
Statistiche

Regolamento della Challenge Cup

Queste sono le regole fondamentali per i tornei dell'European Rugby Challenge Cup 2016/2017:

1. Regole del gioco

1.1 Il torneo si gioca conformemente alle Regole del Gioco del Rugby Union del World Rugby (periodicamente aggiornate), con le eventuali modifiche o aggiunte da parte dell'EPCR.

2. Format del torneo

2.1 Per la fase a gironi, i club sono divisi in cinque gironi da quattro.

Fase a gironi

2.2 Per ogni vittoria sono assegnati quattro punti, due punti per un pareggio. Un punto bonus viene assegnato al club che realizza quattro o più mete o al club che viene sconfitto con un margine uguale o inferiore a sette punti.

2.3 I vincitori dei cinque gironi e i tre secondi migliori qualificati si qualificano per i quarti di finale con il meccanismo seguente:

(a) Il club con il punteggio più alto in ogni girone è il vincitore del girone. I migliori secondi classificati sono i tre club con il maggior numero di punti tra quelli che hanno terminato il loro girone al secondo posto. Per i quarti di finale, i club vincitori dei gironi vengono ordinati dal primo al quinto posto e i migliori club classificatisi secondi sono ordinati dal sesto all'ottavo posto, a seconda del punteggio ottenuto.

(b) Se nello stesso girone due o più club hanno lo stesso numero di punti, la loro classifica viene determinata dai risultati dei loro scontri diretti in base ai seguenti criteri:

(i) il club che ha totalizzato il maggior numero di punti negli scontri diretti, oppure
(ii) in caso di ugual numero di punti, il club con la miglior differenza di punti negli scontri diretti; oppure
(iii) in caso di ugual numero di mete, il club con la miglior differenza di punti negli scontri diretti

(c) Se i club sono ancora in una situazione di parità o se non si sono ancora affrontati nel girone, la classifica viene determinata

(i) in caso di ugual numero di mete, in base alla miglior differenza di punti nel girone; oppure
(ii) in base al numero di mete realizzate nella fase a gironi; oppure
(iii) in caso di parità, viene favorito il club con il numero più basso di giocatori sospesi durante la fase a gironi; oppure
(iv) in caso di ulteriore parità, viene effettuato un sorteggio.

Fase ad eliminazione diretta

2.4 I primi quattro club classificati avranno il vantaggio di giocare in casa i quarti di finale, i cui accoppiamenti vengono effettuati come segue:

Club 1 - Club 8 (QF1)
Club 4 - Club 5 (QF2)
Club 3 - Club 6 (QF3)
Club 2 - Club 7 (QF4)

NB Il formato relativo agli incontri di semifinale di Challenge Cup tiene conto tanto del posizionamento dei club nella fase a gironi quanto l'eventuale vittoria di un incontro di quarti di finale fuori casa.

In una delle semifinali si affronteranno il vincitore del QF1 ed il vincitore del QF2, mentre l'altra semifinale si disputerà tra il vincitore del QF3 ed il vincitore del QF4, secondo il seguente schema:

Semifinale 1: vincitore QF1 v vincitore QF2
Semifinale 2: vincitore QF3 v vincitore QF4

Le semifinali si giocheranno nelle sedi designate dall'EPCR; tuttavia, i club indicati di seguito godranno del vantaggio di giocare le rispettive semifinali nello stadio di casa per quanto riguarda la Challenge Cup:

(a) Per la semifinale 1

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi al 1. e 4. posto, il club primo classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi al 1. e 5. posto, il club quinto classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi all'8. e 4. posto, il club ottavo classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi all'8. e 5. posto, il club quinto classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

(b) Per la semifinale 2

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi al 3. e 2. posto, il club secondo classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi al 3. e 7. posto, il club settimo classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi al 6. e 2. posto, il club sesto classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

In caso di vittoria dei QF da parte dei club classificatisi al 6. e 7. posto, il club sesto classificato avrà il vantaggio di giocare nello stadio di casa.

2.5 La finale si giocherà in uno stadio designato dall'EPCR.

2.6 In caso di pareggio al termine di un quarto di finale, una semifinale e finale, 20 minuti saranno aggiunti al tempo di gioco (10 minuti in ogni lato del campo). Se nessun club ottiene la vittoria durante quest'intervallo, allora il vincitore sarà scelto in base alle regole riportate di seguito :

(a) il club che ha segnato il maggior numero di mete durante la partita (compresi i tempi supplementari).

(b) avvengono i tiri di rigore in caso di pareggio al termine dei tempi supplementari.

3. Selezione dei giocatori

3.1 Ogni club seleziona una squadra di massimo 41 giocatori. Almeno 10 giocatori selezionati da ciascun club devono essere in grado di giocare in prima linea. I giocatori, al momento dell'iscrizione, devono essere regolarmente iscritti al proprio club e rispettiva federazione, e disponibili a giocare per il club dalla data di iscrizione.

3.2 Ogni club convoca una squadra composta da un minimo di 19 ed un massimo di 23 giocatori per ogni incontro.

3.3 La squadra deve comprendere un minimo di sei giocatori di prima linea, in modo che ci sia almeno una sostituzione disponibile per ogni ruolo di prima linea. In caso venga ordinata una mischia non contesa a causa dell'uscita di un giocatore di prima linea e non vi sia un sostituto disponibile, il giocatore la cui uscita ha causato la mischia non contesa può non venire sostituito (la squadra dovrà continuare a giocare con 14 giocatori).

3.4 Al fine di limitare il numero di mischie non contese, un club può convocare ulteriori giocatori di prima linea, chiamati 'giocatori di prima linea di emergenza', che possono essere iscritti all'EPCR prima di ogni incontro, posto che tutti i dettagli necessari per iscrivere questi giocatori siano stati comunicati prima delle ore 12 (GMT) del 22 settembre 2016. La clausola che permette la convocazione di 'giocatori di prima linea di emergenza' non è intesa a rafforzare le squadre, ma è stata introdotta come provvedimento in caso di infortuni in questi ruoli. I giocatori aggiunti alla squadra vengono solitamente dal settore giovanile del club o livelli simili.

3.5 Un club può iscrivere tre giocatori aggiuntivi durante la fase a gironi per rimpiazzare giocatori già iscritti. Se un club iscrive tre nuovi giocatori, uno di loro deve essere un giocatore di prima linea. I giocatori aggiuntivi devono avere un contratto di 3 mesi con il club e non devono aver giocato per altri club durante il torneo. L'iscrizione di nuovi giocatori deve essere inviata prima delle ore 12 (GMT) del martedì precedente a ogni partita. Durante la fase a gironi, è possibile ri-iscrivere giocatori che erano stati rimossi dalla lista dei giocatori iscritti invece dei relativi giocatori aggiuntivi.

3.6 Un club che partecipa alla fase ad eliminazione diretta può iscrivere fino a tre giocatori in più. Se un club iscrive tre giocatori in più, almeno un giocatore deve essere di prima linea. Queste iscrizioni devono essere inviate prima delle ore 12 (GMT) del 16 marzo 2017. I giocatori in questione non devono aver giocato per un altro club durante i tornei.

3.7 Un club può schierare un massimo di due giocatori 'non europei' per ogni incontro.

4. Colori dei club

4.1 Per gli incontri della fase a gironi e dei quarti di finale, se un club non riesce a vestire i colori designati dall'EPCR, e i colori del club sono confondibili con quelli dell'avversario, la squadra deve cambiare i colori della sua divisa. Per le semifinali e la finale, in caso di conflitto, il club che deve cambiare divisa sarà designata dall'EPCR.

5. Programma anti-doping

5.1 I giocatori sono soggetti a controlli anti-doping come prescritto dal programma anti-doping dell'EPCR, conformemente alla regola 21 (Anti-doping) del Regolamento del World Rugby.

6. Procedure disciplinari

6.1 Ove ragionevolmente praticabile, un giocatore che ha ricevuto un cartellino rosso riceverà udienza entro sette giorni dopo la partita in questione.

6.2 L'EPCR nominerà un commissario disciplinare per ogni incontro. Il commissario avrà il potere di citare un giocatore per ogni azione fallosa che ha avuto come conseguenza un cartellino rosso. I club non hanno il potere di citare un giocatore ma possono segnalare incidenti di gioco al commissario entro 26 ore dall'inizio dell'incontro. Il commissario ha 50 ore dall'inizio dell'incontro per inviare il suo rapporto all'EPCR, anche se in alcuni casi questa scadenza può essere estesa. L'EPCR ha la possibilità di riferire il caso ad un ufficiale disciplinare (chiamato anche il "Gatekeeper") per determinare eventuali procedimenti. Il caso verrà preso in esame in una udienza disciplinare.

7. Sospensione di incontri

7.1 Se un incontro viene sospeso dopo il 60° minuto di gioco, il risultato dell'incontro si riterrà valido.

7.2 Se un incontro viene sospeso prima del 60° minuto di gioco, (a) se entrambi i club e il Consiglio di Amministrazione dell''EPCR sono d'accordo, il risultato viene convalidato, o (b) l'incontro verrà giocato nuovamente e per tutta la durata regolamentare, non prima di 48 ore dal calcio d'inizio dell'incontro sospeso (a meno che i due club e l'EPCR non si accordino diversamente), ed entrambi i club hanno il diritto di schierare nuove formazioni.

8. Regolamento media - Annuncio delle formazioni

8.1 Ad ogni incontro i Club devono inviare la propria formazione ufficiale entro le ore 12.00 (GMT) di mercoledì se la partita si gioca il giovedì, entro le ore 12.00 (GMT) di giovedì se la partita si gioca il venerdì, e entro le ore 12.00 (GMT) del venerdì per le partite giocate nel weekend.
La formazione annunciata non può differire da quella che scenderà in campo, se non in circostanze eccezionali. La violazione del regolamento sulle formazioni in vista degli incontri può portare a sanzioni imposte dal Consiglio di Amministrazione dell'EPCR.

Social Media
© 2017 Content © EPCR, Statistical data © EPCR Note Legali realizzato da Sotic eseguito da OpenText WSM